Filtro in carta stirata multistrato zyx zcv26 1
Filtro in carta stirata multistrato zyx zcv26 2Filtro in carta stirata multistrato zyx zcv26 3

Filtro in Carta Stirata Multistrato, spessore 30 mm – ZCV26

 95,00

Filtro in carta Kraft stirata autoestinguente a 8 strati. Gli strati, sovrapposti e legati mediante cuciture longitudinali,  presentano una struttura a nido d’ape traforata con aperture di sezione progressivamente decrescente. Di classe di efficienza G4 secondo EN – 779 2012 si presentano di colore marrone e con uno spessore di 30 mm.

Tempo di consegna stimato: 5 giorni

Descrizione prodotto

I filtri in carta stirata multistrato sono cortine raccoglivernice che sfruttano il principio della separazione inerziale, tecnica che riduce l’energia cinetica delle particelle solide aerodisperse attraverso urti continui e deviazioni brusche, ottenuti grazie alle aperture a nido d’ape a sezione decrescente nel senso del flusso d’aria.

La frazione più grossolana dell’over-spray di verniciatura, costituita da particelle con granulometria di diametro equivalente superiore ai 10 µm, viene intercettata dal filtro inerziale in cartone che, grazie alla struttura alveolare data dalla sovrapposizione degli otto strati in carta stirata, proietta le particelle solide fuori flusso. Impattando sulle maglie del reticolo a causa dei molteplici cambi di direzione, il particolato solido rimane quindi adeso sulle pareti.

Classificati come Hi-tech Paint Collector i filtri in carta alveolare presentano un’arrestanza media percentuale dall’85% al 95% e sono indicati come precollector per la separazione fine nelle operazioni di verniciatura a spruzzo e a secco.

Gli otto strati dei filtri ZCV26 sono realizzati in carta espansa e ignifuga con maglia finale mini-mesh. La trama progressivamente più stretta consente un accumulo del prodotto verniciante lungo tutto lo spessore del filtro e garantisce efficienza e versatilità di impiego come paint trap.

Utilizzo

Con elevata capacità di accumulo e basse perdite di carico, i filtri multistrato in carta Kraft possono essere impiegati come paint arrestor per la captazione primaria dell’overspray nelle operazioni di verniciatura sia con prodotti a base acquosa sia a base solvente, nelle operazioni di laccatura del legno, nei trattamenti a base di colle e con prodotti vernicianti a lenta polimerizzazione, con smalti ad aria e a forno, con smalti idrosolubili e con lacche.

Caratterizzati da un’ampia flessibilità di impiego, i filtri alveolari sono indicati per cabine di verniciatura per legno o materiali plastici, cabine di autocarrozzerie e per tutte le operazioni di prefiltrazione industriale. Sono inoltre adatti per il settore conciario, la cantieristica navale, gli impianti per il trattamento di metalli, nella produzione di cementi e nel settore alberghiero.

 

Utilizzabili su bocche di ripresa aria, bocche aspiranti e zone di espulsione aria per vernicianti liquidi, queste medie filtranti presentano una leggera conduttività superficiale, che inibisce l’accumulo di carica elettrostatica sulle pareti del filtro.

Caratteristiche

Di colore marrone, sono costituiti da otto strati di cartoncino Kraft autoestinguente stirato. Le superfici traforate con maglie a sezione decrescente nel senso del flusso dell’aria sono sovrapposte e impunturate longitudinalmente con filato silicone free.

 

La singola unità è larga 1150 mm, lunga 9500 mm, per uno spessore di 30 mm. Con capacità di accumulo fino ai 12 Kg/m² per una velocità di attraversamento massima di 1,5 m/s e con una temperatura massima di utilizzo di 80°C, i filtri ZCV26 presentano un comportamento alla fiamma di classe 2 (U.L. 2-697a), in conformità alla norma UNI EN-12215.

 

La classe di efficienza G4, secondo la norma EN-779 2012, garantisce un’arrestanza media percentuale dall’85% al 95%, da valutarsi in base alle caratteristiche del prodotto verniciante e dell’impianto di utilizzo.

Consigli utili

Con un’elevata capacità di accumulo polveri, i filtri a nido d’ape ZYX Italia sono di facile installazione e si utilizzano sia in assetto orizzontale, sia come filtri frontali in impianti a secco e in impianti a spruzzo, sia su ingressi aria sagomati, sia su supporti cilindrici.

I filtri multistrato si installano sulle apposite griglie di sostegno, disponendo i singoli pannelli gli uni a fianco agli altri, avendo cura di non creare zone di eccessiva sovrapposizione o di deviazione del flusso d’aria e mantenendo un’adeguata apertura delle maglie.

Si consiglia di verificare periodicamente i canali di espulsione, gli aspiratori e il retro delle cabine per eliminare eventuali residui di overspray.

Manutenzione

Caratterizzati da una lunga vita operativa indicata dalla totale saturazione della cortina e dal raggiungimento della perdita di carico indicata dall’impianto, i filtri multistrato alveolari sono maneggevoli e non necessitano di particolari precauzioni d’utilizzo.

La diminuzione del flusso d’aria in cabine con mezzi filtranti a fine vita può portare a perdite di carico considerevoli che possono essere responsabili di sprechi energetici, a seconda dell’impianto di utilizzo. Per mantenere la velocità di flusso superiore ai valori di soglia indicati dalla norma UNI 9941, si consiglia la disposizione di manometri o mezzi di rilevamento di pressione, adatti alle specifiche di esercizio.

Se non utilizzati, i filtri possono essere smaltiti come rifiuti speciali. Una volta saturi, sono facilmente rimovibili e possono essere smaltiti a seconda della tipologia di inquinante trattato. I filtri anche parzialmente saturi di  prodotto verniciante sono da considerarsi molto infiammabili.

Caratteristiche tecniche

Codice prodotto ZCV26
Dimensioni 1150 mm x 9500 mm
Spessore 30 mm
Massima temperatura sopportata 80°C
Classificazione (EN – 779 2012) G4
Efficienza captazione over-spray 5 – 12 Kg/m2
Comportamento alla fiamma (UNI EN – 12215) 2 (U.L. 2-697a)
Velocità massima attraversamento 0,5 – 1,5 m/s

 

Informazioni aggiuntive

Peso 10 kg
Dimensioni 65 x 65 x 120 cm
Classe di filtrazione

G4 (EN-779 2012)

Spessore

30 mm